lunedì 5 dicembre 2016

Zuccherini montanari per Recipe-tionist

Il tempo spesso è tiranno e non riusciamo sempre a fare quello che vorremmo, sopratutto se si tratta di qualche cosa per noi si è sempre tentati di posticipare a domani a quando saremo liberi poi passano i giorni, le settimane e ti accorgi che la lista si sta allungando.
Il Recipe-Tionist di Elisa è un po' come l'occasione che ti suggerisce "questo è il momento giusto", quante volte l'ho guardato dall'esterno avendo quasi timore d'entrare, perchè promettere di partecipare senza riuscirci mi sarebbe dispiaciuto. Avere l'occasione di conoscere più approfonditamente il blog Recipe-Tionist del mese, è andare molto al di là dal leggere la ricetta, dal commentarla e segnarla sulla lista delle cose da provare perché si sa quella lista è destinata ad allungarsi ed è per questo che Elisa ci offre questa bellissima possibilità
Dopo aver iniziato a partecipare con il blog di Mapi, non potevo questo mese rinunciare a proporvi una ricetta della bravissima Francesca, il suo blog Ricette&vignette è gioioso e allegro proprio come lei e le sue ricette sono spesso accompagnate dai suoi meravigliosi disegni/vignette 
Un ricetta si ma quale?
Il suo blog è ricchissimo di ricette sfiziose e così ho iniziato a compilare l'ennesima lista pensando poi di depennare quelle che erano già state proposte, poi l'altro giorno desideravo qualche cosa di dolce e così cercando ho visto loro che mi hanno fulminato e non c'è stata più storia avevo deciso.
Ho con loro un legame quasi affettivo di ragazzina, li preparava Nerina una signora bolognese che i miei conobbero e frequentarono quando vissero per quasi due anni a Napoli per lavoro. 
Io all'epoca non avevo nemmeno due anni e non posso certo ricordarmeli, però tantissimi anni dopo tornando in estate a Napoli la conobbi e mi ricordo ci fece questi dolcetti che lei glassava in una padella dove aveva preparato lo sciroppo di zucchero. Tornai da loro per l'ultimo dell'anno e Nerina, felice di vedere che la bimbetta di due anni era ormai una ragazzina mi rifece questi dolcetti oltre a tantissime altre delizie. I casi della vita poi ci allontanano e prendono strane diverse, ma per me questi dolcetti hanno in se il suo ricordo e sono felicissima d'averli ritrovati, perché allora come ragazzina non avevo certo pensato a scrivermi la ricetta o a chiederne il nome.

Ecco perché ho scelto gli Zuccherini montanari di Francesca e poi non ho saputo resistere alla sua rappresentazione grafica (vi consiglio di fare un giro nel suo blog)

Zuccherini Montanari
Ingredienti
per circa 650 gr di zuccherini glassati finiti
300 gr farina 00
30 gr zucchero
10 gr lievito (mezza bustina abbondante)
3 uova
1 pizzico di sale
Scorza grattugiata di un limone
1 pugnetto di anicini ammollati in acqua
90 gr burro fuso 

Canditura
si pesano gli zuccherini e si fa pari peso di glassa (rapporto 1:1)
300 gr zucchero
120 gr acqua circa

Pre-riscaldate il forno a 200° C statico.
In una grande ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi, aggiungere le uova amalgamandole bene, gli anicini e in ultimo il burro.
Impastare per qualche minuto fino ad ottenere un composto morbido ed elastico.
Prelevate dall'impasto dei pezzetti di circa 10 gr l'uno, arrotolandoli col palmo delle mani ricavate dei piccoli cordoncini, unite le estremità accavallandole e formate delle ciambelline.
Infornate per circa 10 minuti.
Sfornateli e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo in una casseruola unite l'acqua e lo zucchero e portate ad una temperatura attorno ai 110 °C.
Disponete gli zuccherini in un mucchietto sopra a carta forno o piano di marmo, versare lo sciroppo di zucchero bollente e cominciare a mescolare DELICATAMENTE e LENTAMENTE in modo che gli zuccherini vengano rivestiti completamente. Man mano che lo zucchero si raffredda formerà la caratteristica glassatura.
Gli zuccherini sono strepitosi e mi hanno fatto fare un tuffo nel passato, sono facili da fare e anche la glassatura con un attimo d'attenzione risulta fattibile, certo non è perfetta ma per la prima volta sono soddisfatta.
Unica nota la prossima volta metterò gli zuccherini e lo sciroppo direttamente sul piano di marmo perchè con la carta forno quando lo zucchero iniziava a raffreddarsi l'ho trovata un po' scomoda e infatti l'ho eliminata continuando sul piano di marmo.
Ringrazio Francesca per questi deliziosi Zuccherini Montanari
con cui partecipo a The Recipe-Tionist di Novembre 


Stampa tutto il post

4 commenti:

  1. Buoniiiii, io li adoro. Ti sono venuti davvero benissimo, perfettamente glassati

    RispondiElimina
  2. Eccomi cara Manu e scusa la "svista " ... ma per fortuna abbiamo rimediato! Innanzitutto France è la "bolognesità" fatta persona e mi fa piacere che tu abbia scelto una ricetta tipica, così come tipica era la signora Nerina, anche nel nome, perché a bOlogna, sono certa di sapere anche la generazione acuì apparteneva, era nome assai diffuso ! Un abbraccio e intanto buon pre periodo di Natale

    RispondiElimina
  3. ti sono venuti benissimo!!!!!!! grazie cara Manu, sono strepitosi, una scelta che mi commuove perchè mi ricordano molto la mia infanzia..
    come avrai visto la ricetta è di una bravissima chef di un famoso ristorante sull'appennino bolognese, quindi veramente super affidabile!
    un bacione!

    RispondiElimina
  4. Io li ho assaggiati una volta tanti anni fa, sono buonissimi! Ora che conosco la ricetta posso anche farli da me! :)

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails