mercoledì 12 novembre 2014

Torta di pane deliziosa

Capita a volte che in casa si avanzi del pane, certo il pane è buono anche il giorno dopo però ci sono anche delle splendide ricette che pur nascendo dal pane raffermo creano delle prelibatezze. Sicuramente molte ricette con il pane sono nate proprio dall’esigenza del recupero per creare con pochi ingredienti aggiunti un nuovo gustoso piatto. Pensiamo ai canederli nato come piatto povero, ma appettitoso in tutte le sue interpretazioni come i pressknodel per non parlare poi dei gustosissimi gnocchetti di pane. E i dolci non sono da meno basti pensare alla torta di pane grattugiato e mele

Ecco perché quando alcuni giorni fa sfogliando il nuovo numero di “A Tavola” mi sono imbattuta in questa splendida torta della mamma di Andante con Gusto ed è stato amore a prima vista.


Una torta semplice, ma dall'aspetto incantevole che ritempra lo spirito solo immaginandone il gusto e i suoi profumi.

Ho modificato leggermente le dosi solo per fare una torta un po’ più grande, quindi riporto le dosi originali e fra parentesi quelle che ho utilizzato io. Le dosi sono strane perché sono proporzionate su un uovo in più (non volevo dividere a metà un uovo)

Dosi per stampo da 20cm (da 23cm)
250gr pane raffermo  (333gr pane tipo spaccatina)
100gr amaretti       (133gr amaretti )
80gr cacao amaro   (106gr cacao)
150gr zucchero      (200gr zucchero)
70gr uvetta     (93gr uvetta)
20gr pinoli     (26gr mandorle a scaglie)
500ml latte  (666ml latte)
150ml acqua  (200ml acqua)
3 uova medie  (4 uova )
vaniglia
zucchero a velo

Versare il latte e l'acqua in un pentolino e portare ad ebollizzione, aggiungere anche la vaniglia
Tagliare il pane (io ho usato delle normali spaccatine) a cubetti e metterlo in una ciotola dove poi aggiungeremo il latte bollente e lasciare ammorbidire per almeno tre ore.

Trascorse le tre ore strizzare leggermente il pane per eliminare il latte in eccesso (non esagerare deve rimanere morbido)
Metterlo nella ciotola e aggiungere al pane gli amaretti, l'uvetta ammollata e strizzata, il cacao, lo zucchero e le mandorle a scaglie (non avendo i pinoli li ho sostituiti con le mandorle a scaglie), mescolare tutto bene e quindi aggiungere le uova.

Foderare una teglia con carta forno e versarci l'impasto livellandolo con una spatola. Decorare la superficie con i pinoli o come nel mio caso con le mandorle.
Non avendo uno stampo a cerniera così piccolo ho usato un cerchio apribile, l’ho bloccato a 23cm di diametro e foderandolo all’interno con carta forno l’ho appoggiato su una teglia.
Cottura a 180° per 50 minuti circa. 
Io l’ho cotta per 55 minuti fatta la prova stecchino, poi ho spento e socchiuso la porta del forno.
Guardando la foto del giornale ho lasciato la torta forse leggermente più umida, però è veramente particolare e deliziosa.
Ringrazio Patty per aver condiviso questa splendida torta
Stampa tutto il post

3 commenti:

  1. Che aspetto favoloso questa torta!sembra ottima. Sai che non avevo mai visto gli gnocchetti di pane? ne ho scoperta una nuova :-)

    RispondiElimina
  2. La torta è buonissima e i gnocchetti di pane devi provarli ti conquisteranno ;-)

    ciao Manu

    RispondiElimina
  3. Sono molto emozionata di avere trovato il tuo messaggio su FB (purtroppo non l'avevo visto prima) e di leggere questo post. In particolare lo dirò alla mia mamma che sarà commossa di vedere la sua torta riscuotere interesse fra i blog. Spero ti sia piaciuta. E' una torta molto semplice ma si può personalizzare con le cose che ci piacciono di più. Io ci metto anche tanta frutta disidratata di diverso tipo, perché sono golosa, quindi finisce con l'assomigliarmi. Ti ringrazio con tutto il cuore per avermelo segnalato.
    Un bacio grandissimo e buona domenica. Pat

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails