giovedì 24 ottobre 2013

Uova alla benedict ...... l'american breakfast incontra il Trentino

Ci sono a volte delle ricette che ci piacciano, ma ci mettono ansia pur nella loro apparente semplicità ed è quello che mi è successo con la le uova alla benedict proposte da Roberta per Mtc di ottobre. La scelta mi è subito piaciuta moltissimo, però improponibile per me in casa dove l’uovo deve essere sodo o strapazzato al bando anche l’occhio di bue e se te lo fai vieni guardata stranamente mentre te lo gusti. Ad ottobre per stuzzicarci meglio ecco che l’uovo deve essere parte integrante di una american-breakfast e qui i dubbi si sono moltiplicati e considerando che per me la colazione giornaliera è una tazza di caffè vedevo molto ardua la partecipazione. 

Vi siete mai chiesti cos’è MTC ?

E’ un gioco/sfida che ogni mese mi/ci cattura con una ricetta nuova da seguire e reinterpretare, un’occasione per avvicinarci a dei piatti insoliti per noi, una fonte inesauribile di notizie e consigli, un appuntamento con delle amiche a cui non puoi mancare perché ormai fa parte di te 
Detto questo capirete perché nemmeno un uovo mi avrebbe fatto desistere, si trattava solo di trovare l’occasione giusta. Ed ecco presentarsi una domenica finalmente senza lavori da fare o impegni, a casa solo con i ragazzi, una domenica in cui anche l’orologio poteva prendersi un giorno di riposo …………………… ecco adesso o mai più ………………………… e così l’uovo alla benedict e l’american breakfast incontra i profumi dell’autunno trentino 

I profumi delle mele appena raccolte (quest’anno in ritardo di 15/20 giorni causa la stagione) e la dolcezza delle castagne/marroni non potevo non renderle partecipi di questo splendida colazione/pranzo.

Muffin Inglesi
350 gr farina 0
100 gr farina di castagne
300-320 ml latte (a temperatura ambiente)
1 cucchiaino di zucchero
15 gr lievito fresco (poco più di mezzo cubetto)
1 cucchiaino di sale

Sciogliere nel latte il lievito e lo zucchero, quindi aggiungere le farine ed amalgamare bene fino ad ottenere un impasto omogeneo, morbido ma non troppo appiccicoso. Essendoci la farina di castagne che assorbe meno se fosse necessario aggiungete un cucchiaio in più di farina bianca, o se avete messo la dose minima di latte e vi sembrasse troppo sostenuto aggiungete un goccio di latte.
Mettere l’impasto a lievitare fino al raddoppio in una ciotola coperto con pellicola.
A lievitazione avvenuta rovesciare l’impasto su una superficie infarinata e stenderlo appiattendolo delicatamente con le mani a circa 1,5 cm 
Con uno stampino da 7,5 cm infarinato, tagliate dei dischi di pasta che metterete su una placca da forno infarinata. Rimpastate i ritagli e ricavate altri dischi fino ad esaurimento della pasta, coprite e lasciate riposare i muffins per 20/25 minuti.

Scaldate a fuoco medio una piastra in ghisa e trasferite e cuocete i muffin (4-5 per volta) per 4-5 minuti per lato, devono rimanere soffici e non seccarsi

Salsa olandese
3 tuorli
il succo di 1/2 limone
1 pizzico di sale
90 g di burro fuso, meglio se chiarificato
1 cucchiaino farina di castagne

La salsa olandese non mi dava preoccupazioni anche se non faccio spesso mi è sempre riuscita quindi perché doveva essere diversamente?

Incomincio a sbattere i tuorli con il succo di limone, un pizzico di sale e un cucchiaino di farina di castagne solo per poterla profumare come i muffin, metto la ciotola su una pentola con l’acqua in leggera ebollizione, continuando a sbattere faccio scaldare i tuorli e poi lentamente aggiungo il burro fuso e senza problemi si monta a meraviglia, solo un po’ più sostenuta per quel pizzico di farina aggiunto. Ho quasi aggiunto tutto il burro quando inizia ad impazzire (forse mi si è scaldata troppo) cerco di rimediare trasferendo tutto nel frullatore ed il gioco è fatto …………………… un disastro impazzita completamente …………… ormai irrecuperabile? 

Se fosse stato un altro giorno avrei buttato tutto nel lavandino e ricominciato, ma poiché era una domenica di relax mi sono ricordata che c’era il modo infallibile di recuperarla parola di Mtc.

Risciacquo la ciotola, prendo un cucchiaio di succo di limone e aggiungo un cucchiaio di salsa impazzita e incomincio a sbattere con la frusta, poi quando è addensata aggiungo ancora un cucchiaino di salsa continuando a sbattere ………………………. e come potete notare dalla foto, quello che sembrava impossibile è stato recuperato e pronta per essere assaporata.

uova in camicia
In una larga pentola (circa 24cm diametro), versate circa 5 cm di acqua e scaldate a fuoco medio fino alla comparsa delle bollicine sul fondo e sui bordi della pentola.
Rompete le uova in ciotoline separate, un uovo per ogni ciotola usando solo quelli col tuorlo intero.
Versate delicatamente le uova, una alla volta, sulla superficie dell'acqua, lasciando che vadano dolcemente a fondo. Lasciate abbondante spazio tra un uovo e l'altro, cuocendone non più' di tre o quattro alla volta. 
Lasciatele cuocere indisturbate per 3 o 4 minuti, usando una spatola di gomma per staccare delicatamente le uova dal fondo della pentola, se fosse necessario. 
Con un mestolo forato togliete le uova dall'acqua, una alla volta, scolandole molto bene e se dovete servirle subito, tamponate il fondo del mestolo con un pezzo di carta da cucina per assorbire tutta l'acqua in eccesso.

Mele caramellate e frullato
2-3 mele canada/renette
3-4 mele golden delicius
2 limoni
1-2 cucchiai zucchero

Per le mele caramellate:
tagliare a fettine, lasciando la buccia, le mele canada metterle subito in una ciotolina dove avremmo messo il succo di un limone, poi toglierle e metterle su un piattino. Le mele canada, soprattutto se raccolte da poco, si ossidano immediatamente e il passaggio nel limone le mantiene perfette. Quando avremmo passato tutte le fettine nel limone, mettere il succo rimasto in un padellino antiaderente con un cucchiaio di zucchero, riscaldare fino a far sciogliere lo zucchero quindi aggiungere le fettine di mela e far caramellare per un paio di minuti (non di più altrimenti si cuociono), quindi spegnere e spolverizzare con della cannella 

Per il frullato:
sbucciare le mele golden, tagliarle a pazzetti e metterle nel frullatore con il succo di limone (a piacere anche un cucchiaio di zucchero) e frullare per 1-2 minuti

E’ ora di preparare la nostra american-breakfast 

Tagliare a metà i muffin e farli leggermente tostare, quindi appoggiarli sul piatto e coprirli qualche fettina di speck leggermente saltato in padella. Appoggiare l’uovo sulle fettine di speck e velare con la salsa olandese ancora tiepida, disporre sul piatto alcune fettine di mele caramellate e servire con un dissetante bicchiere di frullato

Assicuro che è stato più complicato scrivere il post che preparare questa deliziosa american breakfast …………….. i ragazzi hanno gradito molto. 
Ottimo l’abbinamento con le mele che in questa stagione, appena raccolte sono molto gustose e dissetanti.

Grazie come sempre alle ragazze di Mtc e a Roberta
Continua a leggere....

mercoledì 16 ottobre 2013

Un fiore di Katmer ...... pane turco favoloso per il Worl Bread Day '13

Oggi vorrei proporvi un pane favoloso però in una veste un po’ speciale che lo rende favoloso da offrire e ancor più buono da mangiare in compagnia. 
Un pane ideale per festeggiare la giornata mondiale del pane. Si tratta della splendida ricetta del katmer o pane turco, che però viene formato con un intreccio molto particolare e sicuramente d’effetto.

I passaggi e la ricetta che qui riporto brevemente potete trovarli nel post originale

500 gr farina 00 
200 gr latte 
100 gr olio di semi leggero
10 gr di lievito di birra 
1 albume
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di zucchero

50gr burro fuso per spenellare
latte per spennellare (tuorlo se si vuole)

Preparare il nostro impasto amalgamando tutti gli ingredienti, fino ad avere una bella palla lavorata e lasciare riposare fino al raddoppio.

Dopo la lievitazione dividere il nostro impasto di 800gr circa in 8 pezzi da 100gr circa, fare delle palline e lasciare riposare coperte per 15 minuti 

Dopo il riposo stendere con il mattarello ogni pallina creando dei dischi, la misura non è importante devono essere più o meno simili, si devono spenellare con il burro fuso freddo e poi impilarli uno sopra l'altro

Per rendere questo pane più decorativo e gustoso spolverare il terzo e sesto strato con dei semi di papavero

Una volta steso tutte le palline e creata la torretta dobbiamo girarla 
e poi iniziare a stenderla fino ad un diametro di circa 25cm

A questo punto dobbiamo girarla ancora e stenderla ulteriormente in un disco di circa 50cm, L'impasto si lavora benissimo, non si deve aggiungere farina, al limite spennellarlo ancora con del burro, alla fine si devono vedere ancora i vari strati dell'impasto

Quando il nostro impasto sarà steso il più uniforme possibile (il mio è uno po’ quadrato), appoggiare nel centro un piccolo bicchierino e poi iniziare a tagliare gli spicchi.
Prima tagliare in 4 spicchi, arrivando fino al bicchierino, quindi ogni spicchio deve ancora essere diviso in due arrivando ad avere 8 spicchi sempre con il taglio fino al bicchierino.

Adesso dividere ulteriormente ogni spicchio in due parti in questo caso senza arrivare al bicchierino avremmo così formato 16 spicchi uniti a due a due. Prendere due spicchi alla volta (quelli uniti) e incominciare a ruotarli verso l’interno un paio di volte e proseguire con tutti gli spicchi, 

quindi riprendere ancora i due spicchi iniziali ruotarli ancora un paio di giri quindi unire i due rami in fondo creando degli anelli, completare anche tutti gli altri spicchi. (video forma)

Quando il nostro pane sarà formato, metterlo a lievitare fino al raddoppio, si può mettere un cerchio attorno alla forma.

A lievitazione avvenuta cuocere in forno a 200° per circa 25 minuti o fino a completa doratura. 

Questo pane è veramente favoloso e in questa forma un po' particolare si presta ad essere mangiato in compagnia o essere servito in un buffet.

Accanto a questo fiore di katmer un altro profumatissimo pane di segale con semi di cumino

Il pane è un alimento povero e ricco, che profuma ogni giorno le nostre tavole ed oggi viene festeggiato in tutto il mondo 

World Bread Day 2013 - 8th edition! Bake loaf of bread on October 16 and blog about it!
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails