mercoledì 21 settembre 2011

Un piatto solare per ...... MTC in un giorno speciale

Un piatto solare in una splendida giornata di inizio autunno, ottima occasione per mettersi in gioco con la sfida di settembre dell’MTChallenge proposta dalla bravissima Fabiana
La mia manualità non è sicuramente il massimo moltissime sono le imperfezioni, ma questa sfida non potevo lasciarmela scappare e devo ammettere che mi sono anche divertita a tentare di tagliare mele e kiwi non è forse questo lo spirito di MTC.

Un piatto semplice, ma gioioso per festeggiare l’autunno, mio figlio Matteo di cui oggi è l’onomastico e soprattutto me stessa.

Il passo che ho fatto oggi è stato veramente grande, una scelta fatta col cuore perché dopo 26 anni di lavoro come commessa ho deciso di rilevare la cartoleria fondata da mio nonno nel lontano 1931, certo causa la crisi il momento è sicuramente il peggiore però ce la metterò tutta non avrei sopportato veder chiudere il negozio senza fare almeno un tentativo.

La mia passione per la cucina forse ne risentirà un po’, ma sono sicura che mi saprò organizzare creando dei piatti un po’ più veloci ma non meno stuzzichevoli come appunto questo splendido piatto solare.


Ho usato delle buonissime mele renette e delicius appena raccolte, un kiwi un po’ pallido ma è il primo raccolto, gli ultimi lamponi e dell’uva fraga, delle banane, qualche chicco di mirtillo rosso e delle scagliette di mandorla.
Tutta la frutta è irrorata con del limone e dello zucchero semolato.


Ringrazio Fabiana e le ragazze di Menu Turistico per queste bellissime occasioni

Continua a leggere....

lunedì 19 settembre 2011

Torta al papavero di ...... Oleksandra

Questa è una splendida torta che ho avuto occasione di mangiare alla “Fraglia” di Riva del Garda la settimana scorsa in occasione del 70esimo compleanno del carissimo Fabrizio
Il pranzo è stato veramente eccezionale, io ho scelto un menù di pesce, tutto cucinato meravigliosamente dalla signora Oleksandra e come conclusione questa particolarissima torta deliziosa e delicata allo stesso tempo. 
Confesso che non ho saputo resistere e prima di andarmene ho chiesto se potevo avere la ricetta di questa meraviglia.
La mia versione non è venuta perfetta come quella della signora Oleksandra, ma vi posso assicurare che è veramente deliziosa. 
Le dosi rispetto alla ricetta originale sono state ridotte.

Base torta
75gr burro a temperatura ambiente
50gr zucchero
1 uovo
175gr farina
1/2 mezza bustina lievito *

Farcia al papavero
200gr semi papavero
50gr zucchero
25gr burro fuso
3 uova
25gr uvetta
1/4  bustina lievito *

Farcia Ricotta
750gr ricotta
100gr zucchero
3 uova
25gr burro a temperatura ambiente
1/4 bustina lievito *

Base Torta
Amalgamare molto bene tutti gli ingredienti, aggiungendoli uno alla volta e per ultimo il lievito in polvere

Farcia al papavero
Mescolare i semi di papavero con lo zucchero e frullarli con il robot di cucina fino a quando i semi diventano più chiari (li ho frullati per un paio di minuti), poi aggiungere le uova, il burro fuso, l’uvetta e il lievito

Farcia ricotta
Setacciare la ricotta per renderla ben omogenea e poi aggiungere tutti gli ingredienti amalgamandoli bene. Prima di aggiungere le uova montatele leggermente, si amalgameranno meglio.

Quando tutte le nostre farce saranno preparate foderare una tortiera con della carta forno poi mettere un strato della base, sopra uno strato omogeneo ai semi di papavero 

e concludere con una strato della farcia di ricotta, 

livellare bene e mettere in forno caldo a 180° per circa 45 minuti.** 
A me sarebbero bastati 40 minuti infatti la torta dovrebbe rimanere un po’ più umida della mia. 
Quando la torta sarà fredda coprirla con una glassa al cioccolato o penso sarebbe meravigliosa anche con dei frutti di bosco

Il gusto non ne ha risentito della cottura prolungata.

Grazie Oleksandra per questa autentica delizia e per lo splendido pranzo che ho potuto assaporare.


Nota.
* Lievito la dose totale è una bustina in tutta la torta
** La cottura in forno è indicativa, per il mio forno 45 minuti erano un po' troppi infatti la base si è asciugata un po' troppo, la prossima volta calcolerò qualche minuto meno
Continua a leggere....

giovedì 15 settembre 2011

Caramello facile, veloce e delizioso

Il caramello è fra quelle cose semplici da fare, ma che qualche volta mette a dura prova la pazienza della cuoca e così sembra complicato o si pensa di non  essere in grado di prepararlo ........ 
Un vasetto di caramello morbido cerco sempre d’averlo in dispensa, infatti anche un semplice gelato con del caramello diventa una delizia.
Il procedimento di Stefania, che adotto ormai da un paio d’anni, è sicuramente facile ed il risultato è fantastico, però oggi vi parlo di un procedimento diverso, forse ancor più semplice e il cui pregio è nel potersi creare anche pochissimo caramello senza sprechi.

Un mix di procedimenti tra Stefania e zio Piero per un caramello favoloso da non lasciarsi perdere 
Prendete un pentolino d’acciaio e mettetelo a riscaldare sul fuoco, quando sarà veramente rovente versare dentro un paio di cucchiaini di zucchero. 
Aspettare, evitando assolutamente di mescolare, fino a quando lo zucchero sarà quasi completamente sciolto a questo punto aggiungere ancora un po’ di zucchero non troppo, aspettare ancora un attimo che si sciolga e poi si può mescolare con un cucchiaino, quindi quando sarà sciolto aggiungere altro zucchero.
Aggiungere zucchero fino a crearsi il caramello desiderato, ricordarsi bene di non aggiungere altro zucchero se quello precedente non è sciolto.
Per il procedimento potete anche vedere il video fatto dallo zio piero, potrete così vedere che è veramente semplice. Vi consiglio di iniziare con poco zucchero per poter capire bene il procedimento.
Il caramello può essere usato subito, ma si può anche preparare un po’ di caramello morbido per altre occasioni.
Appena il caramello è pronto spegnere il fuoco ed aggiungere subito al caramello un mestolino di acqua bollente (deve essere proprio bollente) e mescolare subito, tate attenti perché il caramello farà delle grosse bolle e potrebbe schizzare. Attenzione ad aggiungere poca acqua alla volta, mescolando ogni volta e smettere quando avremmo la consistenza desiderata, il caramello raffreddandosi diventerà più consistente.

Adesso che abbiamo fatto senza timori il caramello possiamo prepararci un buonissimo crem caramel
Avete visto com'è facile, provate e sarà un successo

Continua a leggere....

mercoledì 7 settembre 2011

Fusilli al pomodoro al ferretto

L'inizio di una nuova stagione è sempre stimolante e questo è per me un periodo un po' particolare, sono presa da un progetto di cui ancora per un paio di settimane non posso parlare.
Anche il tempo da dedicare al blog è molto limitato, ma oggi vi offro questi splendidi fusilli al ferretto al pomodoro, splendida ricetta da fare in questa stagione con i pomodori freschi, assomigliano molto ai pici da cui ho tratto l'idea. 

500gr farina
250gr di passata di pomodoro
olio extravergine di oliva (al momento di stendere l'impasto)

Cipolla tritata
passata di pomodoro
olive nere

grana grattugiato

Fare con la farina la fontana e al centro mettere la nostra passata impastare e lavorare velocemente l'impasto metterlo a riposare per una mezz'ora
Una volta riposato l'impasto stenderlo in una sfoglia spessa 1cm circa e ungere leggermente d'olio la nostra sfoglia

poi aiutandosi con una spatola o un coltello tagliarla a striscette regolari larghe circa 1 cm

adesso con un ferretto concavo (il mio è una stecca d'ombrello che ho adottato) iniziare a fare i fusulli premendo un po' partendo da un lato (si può infarinare leggermente il ferretto)

Adesso disponiamo i nostri fusilli su un canovaccio spolverato si semola
finiti tutti i fusilli li spolveriamo tutti di semola

E il momento di preparare il nostro sugo mettiamo in una pentola un po' di cipolla tritata con un goccio d'olio la facciamo imbiondire e poi aggiungiamo della passata di pomodoro, regoliamo di sale e pepe e facciamo cuocere per una decina di minuti. A cottura quasi ultimata aggiungiamo una bella manciata di olive nere a pezzettoni
mentre il nostro sugo cuoce possiamo preparare la nostra coppa croccante

Prendiamo del grana grattugiato e lo mettiamo su della carta forno cercando di fare un cerchio delle stesso spessore lo mettiamo poi in forno acceso e caldo,  e lo lasciamo dentro qualche minuto fino a quando dorerà

nel frattempo prepariamo una coppetta foderata con della carta forno che ci servirà da stampo per la coppetta, quando il grana sarà dorato toglietelo dal forno e rovesciatelo sulla coppetta dandogli la forma cercando di non scottarsi. 

Ora che abbiamo sugo e coppa pronta è il momento di cuocere i nostri fusilli in acqua bollente salata. Scolarli al dente e metterli a mantecare nella pentola con il sugo.

Servirli nella coppa croccante che nel frattempo si sarà raffreddata e avremmo messo nel piatto.

Sono semplicemente meravigliosi preparateli con il pomodoro fresco, il gusto ci guadagnerà sicuramente

e se volete conservare i pomodori per l'inverno potete preparare dei vasi di pomodori a pezzettoni

Ciao a presto 
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails