domenica 28 dicembre 2008

Neve e il sole.......giochi di luce

Erano molti inverni che la neve si faceva desiderare .............. , ma quest'anno a metà dicembre è caduta copiosa ................. e allora perchè non approfittarne per andare a osservare questo spettacolo della natura

Io purtroppo dovevo lavorare, ma i ragazzi hanno potuto godere di questi giochi di luce che attraverso le foto mi hanno regalato ..................... ed io voglio donarle a chi passa di qua con i migliori auguri per un BUON ANNO 2009





...... le foto parlano da sole ..........



BUON 2009

Manu

Continua a leggere....

Scampoli di Natale

Scampoli di Natale per augurare un 2009 pieno si serenità e in cui ognuno possa realizzare i propri desideri

Natale è passato e qui con pochi scatti vorrei raccontarlo

.......alcuni angioletti in vetro del mio albero, sono angioletti raccolti anno dopo anno, mi piacciono in vetro per la loro leggiadria e di solito scelgo sempre alberi molto ariosi per poterne apprezzare la loro eleganza

.......ai piedi dell'albero il piccolo presepe......



.........una carellata di biscotti preparati per una mia amica...........

....erano dieci vassoietti da 500gr circa ..........
....... finalmente Natale .........
Io lavoro nel commercio e non arrivo mai a preparare la tavola proprio come vorrei, però mi aiutano i ragazzi
.......il pane ad alberello.......

.......il segnaposto con panettoncino........



Il menù Natalizio comprendeva una carellata di lessi, con lingua accompagnata da purè, lo zampone con lenticchie, contorni vari e come dolci la splendida torta al cioccolato

Il 26 si replica menù questa volta composto da crepes di spinacie ricotta, arrosto di maiale alla senape e pollo alle cipolle, con contorno di quique ai porri, radicchio rosso. Per dolce panettone della casa e zelten

.........segnaposti con baci di dama..........

Vi auguro un Buon Anno

con un caloroso abbraccio

Continua a leggere....

martedì 23 dicembre 2008

Una letterina..........a babbo Natale

Oggi ho questo compito importante..
la carissima Morena di ..Menta e cioccolato... me ne ha fatto dono e anche se in questi giorni il mio tempo è tiranno ....... ci proverò ...... è un gioco creato da Anna Paola che consiste nello scrivere una letterina a Babbo Natale con i nostri desideri.
In pratica il gira gioco consiste nel mettere un post con una letterina a Babbo Natale. Poche regole:1. ci deve essere tutto.. dai regali spirituali (essere piu' buone, non disubbidire alla mamma ehehe) ai regali materiali..2.un regalo per il mondo3. 5 amiche a cui girare il gira-gioco...
4. mettere una figura che vi piace di Babbo Natale e mettere un link al post di Anna Paola.


Caro Babbo Natale, ......... sinceramente non so da che parte cominciare ad esprimere i miei desideri ............ non sono una persona piena di desideri, io sto bene con quello che ho ................ il mio desiderio quindi riguarda la mia famiglia vorrei che in essa ci sia sempre armonia e sopratutto desidero che i ragazzi riescano a fare le scelte giuste per il loro futuro .............. noi genitori possiamo interpretare ............. ma sono loro che alla fine devono decidere e mi rendo conto che in questo mondo moderno molte volte non è facile

Per tutte le persone del mondo vorrei che riuscissero a risolvere i loro problemi siano essi materiali o fisici, ................ ma sopratutto vorrei che tutti imparassimo ad apprezzare quello che abbiamo e gli affetti che ci circondano
E se noi staremo bene con noi stessi briuscieremo senz'altro ad aiutare gli altri

Vorrei passare questo compito a Manu e Silvia Sarachan e poi vorrei donarlo alle amiche che passano di qua e non l'hanno ancora ricevuto

Auguroni a tutti Voi
Continua a leggere....

giovedì 18 dicembre 2008

Un panettone internazionale

Questo Fantastico Panettone è frutto di una collaborazione Internazionale tra
Fukuoka (Giappone), Napoli, Vicenza e Trento.

La Ricetta è di PAPUM ed è postata su cookaround il passo passo invece è mio, qui potete trovare tutta la spiegazione!!!
Avevo fatto il panettone ed essendone entusiasta ho coinvolto delle carissime amiche in quest'impresa a Morena e Marcella ho anche spedito la pasta madre, che grazie ad Anna ho ricevuto anch'io qualche mese fa
Le mie stupende amiche-allieve, rigorosamente in ordine alfabetico, sono:
  • Anna da Fukuoka (Giappone)
  • Marcella (alias Marcy72) da Napoli
  • Morena (alias Minny67) da Vicenza

Il nostro mezzo di comunicazione è stata la chat di MSN che ci ha dato la possibilità di dialogare frequentemente e soprattutto ............... nei passaggi cruciali.

Abbiamo iniziato lunedì alle 20:00 (Anna con 8 ore di anticipo ha fatto da battistrada, tra l'Italia ed il Giappone ci sono appunto 8 ore di differenza) con i dovuti rinfreschi della pasta madre, .......... e sfornato mercoledì sera.
questa la mia produzione
l'interno del panettone
  • l'attesa è stata lunga ed ansiosa….. io ero agitatissima di non riuscire (anche causa lavoro) ad aiutare completamente le mie amiche – allieve ………………….ma poi che soddisfazione …………….. sono state tutte stupende!!!
questo nonoporzione è pronto per essere regalato
  • Virtualmente voglio regalare questo piccolo panettone a tutti coloro passeranno qua, con l'augurio che il vostro sia un Natale di serenità
Auguroni a Voi tutti !!!!!!
Continua a leggere....

sabato 13 dicembre 2008

Mandorlato

Una ricetta semplice ma di sicuro successo
che ho preparato in occasione di S.Lucia ..................... in queste occasioni torniamo tutti un po' bambini

200gr zucchero
200gr mandorle
olio semi d'arachide

Mettere le mandorle a tastare nel forno caldo 180° per 3-4 minuti
Nel frattempo sciogliere lo zucchero in un pentolino con un cucchiaio d'acqua al massimo e fatelo caramellare fino a farlo diventare un biondo scuro (circa 180° ma io non ho il termometro) non di più perchè diventa amaro



Appena pronto aggiungere in una volta le mandorle tostate (appena tolte dal forno) e mescolare bene per amalgamarle bene



Mettere il nostro composto su della carta da forno che avevamo preparata unta con dell'olio
o su un piano di marmo se l'avete
Poi coprire con dell'altra carta forno e spianare con il mattarello




Lasciare raffreddare un po' e poi tagliarlo a pezzi
OTTIMO
Si può fare anche con delle nocciole, arachidi
Continua a leggere....

venerdì 12 dicembre 2008

Pandoro ........ricetta delleSimili

Dopo lo splendido panettone, mi sembrava giusto cimentarmi con il Pandoro
ci sono moltissime ricette, ma io ho usato quella delle bravissime Simili ............ ed è venuto meraviglioso

Lievitino
15 gr lievito di birra
60 gr acqua tiepida
50 gr farina di forza
1 cucchiaio di zucchero
1 tuorlo

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, unire lo zucchero e il tuorlo e lavorare amalgamando molto bene
Poi mettere a lievitare fino al raddoppio (50-60 minuti)



1° Impasto

200 gr farina di forza
3 gr lievito di birra
25 gr zucchero
30 gr burro
2 cucchiaini d’acqua
1 uovo

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e aggiungerlo al lievitino, poi aggiungere anche lo zucchero e l’uovo, mescolare bene sbattendolo con vigore, poi unire il burro a temperatura ambiente battere molto bene finché non sarà ben amalgamato
Coprire e mettere a lievitare in luogo tiepido, fino al raddoppio (45 minuti circa)



2° Impasto

200 gr farina di forza
100 gr zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
1 stecca di vaniglia – semini

140 gr burro a temperatura ambiente per sfogliare

Al primo impasto lievitato unire le uova, lo zucchero, la farina, il sale e la vaniglia e battere tutto l’impasto finché sarà ben amalgamato, lavorarlo per circa 8-10 minuti
Schiacciare l’impasto e ripiegarlo su se stesso e poi metterlo in una ciotola imburrata a lievitare per 1 e mezza circa o fino al raddoppio

Una volta lievitato mettere la ciotola a riposare in frigorifero per 30-40 minuti

Dopo il riposo mettere la pasta sulla spianatoia, stenderla con il mattarello formando un quadrato su cui distribuiremo il burro a pezzettini
Poi portare i quattro angoli verso il centro chiudendo il burro all’interno, spianare delicatamente in un rettangolo e poi ripiegare in tre


Mettere a riposare in frigo per 15-20 minuti
Poi spianare di nuovo e ripiegare in tre e poi mettere a riposare in frigo nuovamente
Fare nuovamente una piega e un riposo
Dopo quest’ultimo riposo formare una palla e lavorare con le mani unte di burro
Mettere l’impasto in una stampo da pandoro mettendo la parte rotonda sul fondo
Coprire e mettere a lievitare fino a quando non avrà superato il bordo
Cuocere in forno a 170° per 15 minuti, abbassare a 160° e cuocere per altri 10 minuti (io l’ho cotto 10 minuti di più) prima di spegnere il forno fare la prova dello stecchino



Appena possibile sfornarlo e spolverarlo di zucchero a velo


Una vera delizia
NB:
Il riposo in frigorifero si può prolungare fino a 8-12 ore
I riposi della sfogliazione vanno fatti in frigo
Lo stampo deve essere ben unto e si può foderare il fondo con un po’ di stagnola
Continua a leggere....

mercoledì 3 dicembre 2008

Pane.........scatola con sorpresa

Un grande grazie a Marianne che con la sua bravura mi ha contaggiato

Pane molto interessante per una cena o una festa tutto da mangiare ripieno e scatola

Per questo pane è molto adatto un impasto integrale e le dosi sono per uno stampo tipo soufflè di circa 17-18cm di diametro e alto 7-8cm

25gr lievito di birra
280ml circa d'acqua
550-600gr farina (150gr farina integrale e 400gr farina 0)
si può anche dividere la farina in parti uguali ma a me non piace troppo integrale
2 cucchini rasi di sale
15gr di grassi (olio o burro o strutto)

1° giorno - fare il pane e cuocerlo
2° giorno - farcire il pane

1° giorno o sera precedente

Preparare il lievitino sciogliendo nell'acqua tiepida il lievito e aggiungere un cucchiaino di zucchero e un po' di farina (togliendola dal totale) fino a creare una crema densa.
Lasciare lievitare per circa 30-40 minuti
Il lievitino si può anche non fare, ma io lo faccio sempre sopratutto sui pani che devono lievitare molto

Quando è lievitato aggiungere un po' alla volta tutti gli altri ingredienti: sale grassi e tutta la farina rimasta. Impastare tutto bene e lavare la pasta per circa 10 minuti e poi lasciare riposare per circa 40 minuti, naturalmente coprendo la pasta affinchè non secchi.

Mentre la pasta riposa possiamo foderare lo stampo con carta forno per farla aderire meglio sporcare lo stampo con un po' d'olio




Trascorso il tempo, prendere il nostro impasto, che nel frattempo aveva iniziato a lievitare, sgonfiarlo e tenedone da parte un pezzettino fare una bella palla che poi appiattiremo leggermente e metteremo nel nostro stampo foderato con carta forno


Copriamo e intanto prepariamo le decorazioni
Stendiamo in una sfoglia sottile il pezzo di pasta che abbiamo tenuto da parte e poi con un taglia pasta rotondo diametro 5cm tagliamo dei rotondi ne servono tre ogni due rose e poi altri per fare le foglie
Le rose si fanno mettendo tre rotondi uno sopra l'altro come una scala in salita e poi si inizia ad arrotolare schiacciando, mentre si arrotola, nella parte centrale fino a staccare le due rose
Se volete vederle meglio potete vedere il post del pane in festa





Quando abbiamo preparato le nostre decorazioni prendiamo lo stampo con l'impasto che nel frattempo avrà iniziato a lievitare e incominciamo ad appoggiare a raggiera (o come volete) le foglie e poi con la punta di un coltellino schiacciare l'estremità interna nella pasta (guardate i buchini nella seconda foto)


Poi allo stesso modo mettere le rose nel centro e i boccioli che avremmo fatto formado delle palline allugate, come goccie, con l'ultima pasta rimasta
Anche le rose una volta posizionate dovremmo con la punta del coltello schiacciarle nell'impasto questo serve affinche il pane lievitando non faccia staccare le decorazioni
Poi spolverare con un leggero velo di farina bianae con una forbice tagliare i boccioli (si tagli il bocciolo in quattro parti)



A questo punto coprire il pane e lasciare lievitare ci vorrà da 1-3 ore a seconda della temperatura e dello stampo. Il mio stampo è un po' più grande diametro 20cm quindi ci ha impiegato molto a lievitare (2ore e mezzo)
Questo è il pane quasi lievitato (poi ho aspettato ancora mezz'ora) vedete come ha quasi riempito lo stampo

Quando è lievitato cuocere nella parte medio bassa del forno preriscaldato a 180°-200° per circa 40-45 minuti
Se avete uno stampo di pirofila come il mio dovete cuocerlo nella parte bassa del forno
Il pane cotto va tolto dallo stampo e messo a raffreddare su una griglia, poi va rimesso nello stampo e coperto per mantenerlo fresco

Io l'ho cotto dopo cena e così l'ho lasciato sulla griglia tutta la notte


2° giorno o mattina dopo

Prendiamo il nostro pane e con un coltello tagliamo la parte superiore decorata sarà il coperchio della nostra scatola

Poi con lo stesso coltello del pane tagliamo il nostro pane tutt'attorno lasciando circa 1 cm di bordo. Dobbiamo tagliare il pane in modo da poter separare dalla crosta un cilindro di mollica Attenzione con il coltello non andate fino sul fondo, lasciate una base di circa 1 cm
Guardate la foto, vedete il coltello dove taglia e lo stecchino segna il segno del taglio.

Fatto tutto il taglio circolare, dobbiamo tagliare la base, ma per fare una scatola ci vuole un trucchetto
Prendiamo il nostro coltello del pane e dall'esterno infilziamo la base a circa 1 cm di altezza e inseriamolo per tutta la lunghezza del pane stando attenti a non uscire dalla parte contraria, dobbiamo fermarci a circa 1 cm
Con un movimento leggero e parallelo al fondo tagliare il fondo del pane con delicatezza prima da una parte e poi dall'altra per far questo dobbiamo sfilare il coltello girarlo e rinfilarlo nel pane Facendo così abbiamo staccato il nostro cilindro di mollica dal fondo della scatola
Non spaventatevi guardate bene le foto e capirete sono abbastanza chiare



Ecco finalmente abbiamo il nostro cilindro di mollica che taglieremo in strati di circa mezzo cm di spessore nel mio caso 4 dischi di mollica


Adesso non ci resta che farcirli
A proposito non divideteli come ho fatto io (era per fare le foto e farvi vedere) ma cercate di tenerli nella stessa posizione (o segnateveli) perchè altrimenti sarà più complicato ricomporre il cilindro
Io li ho farciti con una mousse di tonno, capperi e un po' di maionese, ma si possono farcire con un tante mousse a piacere e formaggi spalmabili e salmone
Si possono anche fare strati diversi, o anche metà strato di un tipo e l'altra metà diversa dipende dal suo uso, per me era un pranzo domenicale in famiglia quindi unica farcia
Prima di farcirli tagliare un tondo di carta forno grande come il nostro cilindro e poi appoggiarci sopra il primo foglio di mollica poi farcire un'altro foglio di mollica un'altro foglio di mollica e poi farcia e foglio di mollica
ricordate: (pane farcia pane) + (pane farcia pane)..ecco i multipli da ripetere sono quelli fra parentesi


Adesso che il nostro cilindro è ricomposto e farcito lo possiamo mettere nuovamente nella scatola la carta forno sul fondo ci permetterà di farlo svivolare dentro bene
Poi con il nostro coltello possiamo tagliarlo a spicchi o a rombi come preferiamo stando sempre attenti a non tagliare il fondo però in questo ci aiuterà la carta forno che si sente sotto il coltello e quindi possiamo fermarci in tempo


a questo punto non ci resta che mettere il coperchio alla nostra scatola con sorpresa
Se il coperchio vostro non ha le foglie che segnano il bordo (come il mio) quando si taglia conviene fare un piccolo segno che ci permetterà di metterlo nella posizione giusta
La nostra scatola è pronta per essere messa sul piatto di portata
Si può decorare la base a nostro piacere, se vedete non si vede dove abbiamo fatto il taglio, è nascosto dai rapanelli

Delizioso da scoprire e gustare
Questo è quello che succede dopo l'assalto come vedete è sparita anche metà scatola

Tanto lungo da postare .........quanto delizioso da mangiare
Grazie per l'attenzione, se qualche cosa non è chiara chiedete pure
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails